Un regalo col cuore a…

Il Natale si avvicina… e tanti bimbi all’asilo o a scuola oltre alla consueta recita di Natale si saranno dati da fare a preparare il famoso Lavoretto di Natale, quello da regalare a mamma e papà, la loro opera d’arte di carta, colla e colori! Cioè ai miei tempi si faceva… spero anche oggi, si?
Ebbene anche io, alla mia tenera età di quasi 41 anni suonati ho fatto il lavoretto per la mamma con panno lenci, fili e tanto amore :). Per chi come me sa a mala pena attaccare (male) un bottone, è stata una bella impresa… ma da buon capricorno son testona, prima pensa e ripensa cosa potevo farle senza complicarmi troppo, doveva essere per Lei un qualcosa di semplice da tenere sul tavolino che ha sempre vicino, e naturalmente il tema doveva essere LE MICINE, come mamma chiama Magò e Mia, nei colori che le piacciono!
La prima fase è stata studiarmi il disegno, quello che poi sarebbe diventato il cartamodello per il taglio del panno. In disegni almeno vado un po’ meglio che con i bottoni! Seconda fase, apprendere velocemente le preziosi dritte della mia amica creativa Babette che mi ha anche gentilmente dato dei pezzi di panno dicendomi “così fai delle prove”… Proveee? naaa tra poco è Natale, deve essere per forza buona la prima! La decisione è presa: panno grigio più spesso per la base, quelli più sottili per le micie! Terza fase, quarta e quinta, etc… stampa, taglia, impara e fai il classico punto a festone (rifatto solo una volta, è già una piccola vittoria). Va be il risultato non è precisissimo, ma verrò perdonata. Devo ammettere che la fase più impegnativa è stato fare i baffi… potevano essere ricamati, ma i baffi veri baffi escono dal muso no? Va be questi son baffetti corti alla Magò!
Ok non confesserò la manciata di ore che ci ho messo (forse son stati giorni), ma nel mentre le micie si sono pure divertite a far rotolare spolette e nascondere pezzettini di panno (su uno grosso Mia ci ha pure dormito!) ed io ora potrò fare la bimba con il cuore sorridente e dirle…

MAMMA QUESTO E’ UN SOTTOBICCHIERE PER TE
l’ho fatto io, Buon Natale con tutto il mio amore.
Sono sicura che le piacerà… e poi le dico sempre di bere tanta acqua 🙂

Di seguito l’origine della Lenci, ditta nata nella nostra città e nella foto un loro catalogo del 1931, anno di nascita di mamma 🙂

Il panno lenci è una stoffa non tessuta (priva quindi di trama e ordito) ottenuta per infeltrimento delle fibre… Fu inventato dalla ditta Lenci per la confezione di bambole artistiche.
La ditta Lenci viene fondata a Torino nel 1919 da Enrico ed Elena Scavini. Il nome deriva dal soprannome di Elena (“Helenchen”) poi trasformato in acronimo Ludus est nobis costanter industria (il gioco è la nostra opera continua). Produceva bambole e abiti in panno, oggetti e arredi in legno per bambini. Il tipico panno, che rendeva le bambole lavabili, ebbe un particolare successo perché, rispetto alle tradizionali bambole in porcellana del XIX secolo, era molto più economico e più adatto al gioco coi bambini. Lo studio fu un punto di incontro di artisti e fucina di idee, aperto alle collaborazioni di artisti del tempo. Dal 1932 entrarono nella gestione i fratelli Garella. Dal 1942 al 1992 Beppe Garella sarà l’anima dell’azienda che sarà in seguito ereditata dalla figlia e poi ceduta nel 1997.
Oggi le ceramiche Lenci e le bambole Lenci sono oggetti da collezionismo.
Il panno “lenci”, slegato dalla ditta storica, continua ad essere prodotto e commercializzato per realizzare oggetti hobbystici, decorazioni, pupazzi, vestitini, patchwork e gioielli. (Fonte Wikipedia).
Per conoscere la storia del marchio Lenci dal 1919 ad oggi, cliccate qui.

Il Natale… rendilo Solidale

Ciao A.micie,
state tutte bene? Noi si tira a zampare tra un impegno e l’altro che, come avrete notato, ci tiene lontane dal blog…
Insomma qui si ha la sensazione che il tempo corra alla velocità del suono, le cose serie te lo impegnato tutto e in un batter d’occhio passano i giorni! Ci sembra ieri che abbiamo messo i video sotto e invece sono passati 23 giorni… con la stessa velocità si arriverà a Natale, si saluterà il Vecchio anno con tutto il suo bello e brutto vissuto, si accoglierà il Nuovo con la carica emotiva/positiva (o illusione!) che sarà meglio del vecchio… e finalmente l’Epifania che tutte le feste si porta via, grazieee meno male che ci sei tu cara nonnina almeno la gente si quieta e smaltisce lo stess del trovare il regalo giusto, che sia il migliore possibilmente spendendo il minimo, vista la crisi! Che poi è una crisi mica di tutti… l’altro giorno sono passata davanti al mega Apple store aperto da poco nella via lussuosa di Torino e mi sono detta “alla faccia della crisi, qui è zeppo di gente”. Entro per curiosare e mi ritrovo tra una marea di umani griffati dalla testa ai piedi, di quelli che “hanno le possibilità”, si, di portarsi a casa i gioiellini di casa Mela dalle cifre che la gente comune ci mangia un mese… io essendo una comune sono uscita senza Mele come ci sono entrata. Ah ma nella fruttiera ne abbiamo tante e sono belle colorate. Proprio di fronte c’è la rinomata boutique dal profumo di caffè in cialde, anche lei piena piena dei suoi Member speciali, anche loro dall’aspetto di “chi può” tutti col numerino in coda alle tante casse attive… roba da fare invidia a certe Poste che di casse attive ne hanno 3 su 10! E così va il mondo…

Ebbene siamo felici per CHI PUO’, godetevi le vostre Mele mentre sorseggiate l’ottimo caffè dalle pregiate miscele seduti sul vostro bel divano di pelle, ma mettete anche mano ai vostri spiccioli e tra i tanti regali di lusso che sceglierete per il vs ricco Natale, scegliete anche quelli che possono aiutare gli altri, è un bel modo per essere ricchi anche di cuore!

In giro sono tante le idee solidali tra cui scegliere, io vi segnalo MLFM – Movimento Lotta Fame nel Mondo” (Ong di Lodi a cui curo da 6 anni la grafica del sito internet) una Organizzazione seria che realizza Progetti importanti nel sud del mondo, credo molto in loro e sono affezionata a questa grande famiglia che fa del bene in posti dimenticati.
In questi giorni i loro volontari e cooperanti in loco stanno aiutando le popolazioni del Congo e Ruanda dove si sono riaccesi gli scontri, la situazione è di grande emergenza tra i profughi ed iniziano a verificarsi casi di colera… Potete leggere le notizie qui.

Scegliendo le Idee Regalo MLFM aiuterete anche
il Congo e il Ruanda che ne ha bisogno! 
Cliccate sul banner sotto.

https://i1.wp.com/www.mlfm.it/natale2012/titpag.jpg

GRAZIE GRAZIE GRAZIE dalla mamy con Magò & Mia