Quel passato… presente

Più invecchi e più si sommano i ricordi… ogni anno che vivi ti lascia il suo ricordo che – se la mente te lo permette – lo porti con te per aggiungerlo a quelli nuovi… e se hai la fortuna di vivere a lungo, sono davvero tanti i dati che si tengono a mente.
Tanti sono i ricordi che hanno la capacità di farti male, ma altrettanti di farti bene, di farti sorridere… sta solo a noi il come ricordarli e riviverli. Ultimamente capita che con mamma, come è oggi (come ho già scritto in “Quel piccolo cuoricino“), quel ricordo del passato lo riviviamo tutti i giorni… perché magari di quel marito – mio padre – che manca da 24 anni, lei ora te ne parla come se dovesse entrare dalla porta da un momento all’altro… quel passato per lei ora è vivo e vedi che così sta bene, sorride e allora perché correggerla? Insomma a nessuno fa piacere sentirsi dire “non c’è più” se sei convinta che ci sia, no? Certo è un po’ complicato quando sto marito dice che torna a casa e poi non si fa vedere, ma avendo un continuo passaggio di pensieri, passa anche quello e via a pensare ad altro. In questa fase di mamma ho imparato che la mente nel momento in cui va a ruota libera senza quel controllo razionale (che ci prefissiamo), nel momento in cui la fantasia diventa per te realtà, ti da grandi potenzialità… lei stando seduta fa un sacco di “viaggi”, rivive la sua gioventù, ride e riesce anche a dirti “ho visto tanta gente, mi sono proprio divertita”. Forse è meglio questo traffico che lo spegnersi della mente…
Parlando di papà, in una stanza piena di sue coppe e attestati, non si può non ritornare anche agli anni in cui correva in motonautica Alfa Romeo sui Racer (come ho già scritto in “Da Lei a… Lui“), anni in cui io non ero nata, ma so bene quanto siano stati importanti per lui e per lei che tra una gara e l’altra gli parlava di matrimonio… Lui, scapolone di quei tempi, diceva “ti sposo entro l’anno”, entro l’anno c’è stato… lo ha fatto nel dicembre ’64.
L’altra sera con mamma siamo tornate a sfogliare fotografie e articoli sportivi di quei tempi, e così ho deciso di mettere sul desktop del pc quel passato… presente che è stato gioia…

per stare in compagnia di papà tutti i giorni

Qualche anno fa sono stata in riva a quelle acque dove papà correva, sul Lago di Garda… mi aveva colpita una bicicletta… oggi in quella foto ci leggo un messaggio che forse voleva darmi per il mio futuro, che ora è presente
ciò che può sembrare abbandonato tu puoi riportarlo in vita

Annunci

Informazioni su BlogPeloso

Grafico & Webmaster | Mamy di Magò&Mia

10 thoughts on “Quel passato… presente

  1. stravagaria ha detto:

    Quello che scrivi ed è così vero per la malattia di tua mamma vale anche per le piccole consolazioni della vecchiaia che neppure io riesco a togliere alla mia che pure non perde i colpi. Ma chi siamo per decidere cosa può far felici gli ultimi anni dei nostri genitori? Illusioni o inconsapevolezza ognuno cerca la gioia dove la trova… Un abbraccio

    Mi piace

  2. laliluce ha detto:

    è tanto dolce ciò che scrivi… e le foto sono stupende… una buona settimana da Lali

    Mi piace

  3. Nicola Losito ha detto:

    Tenerezze di figlia che ha amato e che ama.
    Nicola

    Mi piace

  4. kalissa2010k ha detto:

    E ho pianto…Forse perché faccio fatica a non pensare al mio di Papà che il 29 dicembre sarà due anni che se n’è andato. E mia madre si ammazza di lavori in giardino per andare avanti e io la vedo e non vorrei pensare a lei, a loro, a me e questo dolore immenso, ancora e ancora. Loro si erano sposati nel 62, ancora tre mesi ed avrebbero festeggiato i 50 anni di matrimonio. Non ci sono riusciti. 50 insieme sono tutta la vita, ma anche meno lo sono. Abbraccia la tua mamma per me e un abbraccio tienilo per Te. M’è sembrato di sentire la malinconia vostra, qui, tra queste parole, incontrare la mia.
    Kali

    Mi piace

    • BlogPeloso ha detto:

      Cara Kali, il tempo mi sfugge scusami se ti risp solo ora… Mi spiace non volevo smuovere tristezze, ma da come leggo sei persona molto sensibile e apprezzo tanto l’avermi raccontato la vs situazione… mi spiace per il tuo papà e non posso che esserti vicina, capendovi bene… per noi a gennaio saranno 25 anni che papà manca, ma è come fosse ieri… Bisogna farsi forza, procedere e tenere cari i ricordi, non abbiamo purtroppo nessun altra possibilità… Ti ringrazio, ricambiamo gli abbracci a voi, grazie davvero

      Mi piace

Lascia un Commento (sarà visibile dopo l'approvazione)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...