Oggi… il Giorno della Memoria

Costituiscono genocidio, secondo la definizione adottata dall’ONU,
“Gli atti commessi con l’intenzione di distruggere, in tutto o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso”. [fonte]

27 Gennaio – Il Giorno della Memoria
in ricordo delle vittime della Shoah
1941 – 1945
il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche liberarono il campo di Auschwitz

altri video:  su Primo Levi  –  un documentario

La blogger ONDINA con le sue fotografie – con rispetto e attenzione – ci fa entrare nel campo di concentramento di Dora-Mittelbau (Nordhausen, Germania), nato nel ’44 per la fabbricazioni di missili nazisti, luogo di prigionia e morte.
[…] 60.000 i prigionieri internati, dei quali 12.000 “ufficialmente” morirono. [fonte]

A Torino sono in corso diverse iniziative in Memoria, oggi 27 gennaio il “Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà“, dedica il Giorno della Memoria 2013 alle vittime omosessuali nei campi di concentramento con l’inaugurazione della “panchina rosa triangolare” progettata da Corrado Levi e da lui donata al Museo. [sito]

Nel ricordo, una preghiera a loro.

Annunci

Informazioni su BlogPeloso

Grafico & Webmaster | Mamy di Magò&Mia

6 thoughts on “Oggi… il Giorno della Memoria

  1. ilmiosguardo ha detto:

    Urca! 🙂
    Grazie cara per il link al mio post e per il doveroso ricordo verso le vittime della Shoah.
    Approfitto per postare qui parte di un commento mio lasciato a riguardo su un altro blog solo pochi minuti fa:

    Pertini diceva che “ricordare è un dovere e dimenticare è un delitto”, poichè i pericoli sono due: il riproporsi di questi eccidi e il negazionismo.
    Quindi è indispensabile mantenere viva la memoria storica, la democrazia e il dialogo.

    Ed è doveroso ricordare la Shoah oltre e non solo il 27 gennaio cogliendo l’occasione per non far cadere nell’oblio la memoria degli altri genocidi avvenuti nella storia e che hanno interessato le civiltà precolombiane, i nativi d’America, gli aborigeni, gli armeni, le vittime dei gulag staliniani, i desaparecidos argentini, la Bosnia, il Ruanda….

    Buon dì della Memoria,
    grazie, ciao
    Ondina

    Mi piace

    • BlogPeloso ha detto:

      Ciao Ondina… Pertini è stato un Grande, Uomini come lui sono rari! Si questa giornata deve far ricordare anche tutti gli altri genocidi, vere e proprie follie. Dicono che dagli “errori” si impara… spero anche dagli “orrori”, che non accadano più! Grazie per il tuo intervento e grazie ancora per la visita in quel campo… Buondì ogni giorno, ciao ciao gaia

      Mi piace

  2. NonnaSo ha detto:

    Ciao! Ti ho nominato fra i miei preferiti per i Liebster BA e per i Very Inspiring BA: http://yourshoppingfriend.wordpress.com/2013/02/05/blogger-awards/

    Mi piace

    • BlogPeloso ha detto:

      MA GRAZIE GRAZIE DAVVERO che onoreeee… le micie sono tutte gasate :). Mi leggo tutto e procedo, ma sono obbligatori 11 blog? ehm non abbiamo “confidenza” con così tanti :D. Grazie ancora e complimenti anche per il premio a te, meritatissimo! Saluti a te e ronf alla micia dalle mie 🙂

      Mi piace

  3. Lo sai Amicia mia che a scuola per quanto riguarda i miei ragazzi, non ne hanno parlato per nulla? Sono io che cerco di illuminarli, con tutta la nebbia che ho nel cervello! Avevo sentito che gli insegnanti avessero ricevuto la direttiva di spiegare, seppur con moderazione ( ma che moderazione..) agli allievi, invece niente! Non sanno nulla che esuli dal testo scolastico. Eppure io ricordo che si parlava di hiv, di inquinamento, di amnesty contro le torture.. ora parlano solo dell’inquinamento. Si studia sui testi, ma la cultura, quel che si può considerare la conoscenza e la perpetuazione di essa non c’è. A scuola soprattutto, proprio in un momento storico in cui, grazie a mondi virtuali senza confini sociali, la gente è più malleabile e forse in grado di apprendere l’altro da sé. Ho sottolineato ai miei figli che purtroppo le torture e i genocidi continuano in altri parti del mondo, non si può parlare di un mondo che non esiste. Bellissimo articolo, mi spiace per il ritardo in cui lo leggo. kissss ♥

    Mi piace

    • BlogPeloso ha detto:

      Ecco cosa ci mancava… queste tue belle e giuste riflessioni! E’ proprio una vergogna, la conoscenza dovrebbe essere di questi fatti e, giusto, di tutti quelli altri che accadono del mondo… è già un miracolo se alla maturità arrivino conoscendo la seconda guerra mondiale e magari la fanno anche di corsa!! E tutto quello che è accaduto dopo? ci pensino i genitori… bene per i tuoi ragazzi, almeno loro hanno te! Non preoccuparti, sei passata e questo è tantissimo 🙂 Kissss ❤

      Mi piace

Lascia un Commento (sarà visibile dopo l'approvazione)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...